,

14* Pela, taglia, medita

Meditare non significa necessariamente restare seduti immobili e in silenzio. In realtà ci sono delle attività quotidiane che se svolte con concentrazione ci permettono di svuotare la mente e raggiungere dei benefici simili allo stato meditativo. Cucinare è proprio una di queste attività!

Provateci oggi stesso, iniziate con un esercizio semplice come pelare le patate. Fatelo con attenzione, concentratevi su ogni singolo movimento, in modo che sia preciso e fluido. Pelate le patate e man mano mettetele a bagno nell’acqua. A questo punto potete lessarle e preparare un ottimo contorno, oppure andare avanti con l’esercizio e tagliarle prima a fettine, poi a bastoncino e infine a cubetti di circa 1cm di lato. Più cercherete di essere precisi e più funzionerà l’esercizio!

Ecco qui un VIDEO per imparare bene la tecnica di taglio e non rischiare di tagliarsi!

Ora vi sentite più rilassati, ma vi ritrovate con un quintale di patate a cubetti? 😬 Scottatele in acqua bollente, acidulata con un goccino di aceto, per 30 secondi (per dei cubetti così piccoli basteranno), fatele raffreddare in acqua e ghiaccio e poi lasciatele asciugare bene su un canovaccio pulito o su della carta cucina. Ora sono pronte per essere congelate. In questo modo resteranno in parte crude, pronte per le vostre future preparazioni (ad esempio, per delle patate arrosto basterà metterle in teglia con un filo d’olio e infornarle a 180 gradi fino a farle dorare su tutti i lati, oppure potrete metterle direttamente in pentola con del porro stufato, portarle a cottura con del brodo e frullare il tutto con il minipimer, per realizzare un’ottima crema di patate).

Se invece avete deciso di mangiarle subito io vi consiglio di cuocerle a vapore e condirle con questa buonissima salsina:

  • 1 cucchiaio di senape all’ancienne (per capirci quella con i granelli di senape interi)
  • 1 cucchiaio di olio extravergine
  • 1 cucchiaio di aceto
  • 1 cucchiaino di miele
  • un pizzico di sale

Allora buon appetito e buona meditazione! 😉

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *