In cucina con il cuore

Oggi come tutti i mercoledì a casa Spigariol Minatel si cucina insieme. Si tratta di un laboratorio culinario molto speciale, a cui questa mattina ho il piacere di partecipare anche io.

Casa Spigariol Minatel è una struttura residenziale per disabili adulti che attraverso la Fondazione Onlus “Il nostro domani” opera da ben 10 anni a Breda di Piave, nel trevigiano.

Io ho conosciuto per la prima volta questa realtà nel 2015, visitando la mostra fotografica Gust’Arte, un percorso di 14 foto che avevano come soggetto la passione per il cibo curato dai residenti e dagli operatori della comunità. Mi spiega Mariano, uno dei coordinatori, come la mostra non volesse parlare di disabilità con la disabilità, ma invece mettere in risalto i piatti realizzati, per permettere di capire come il buono e il bello del cibo ci accomuni tutti.

Tra tutti i progetti educativi, il laboratorio di cucina è sicuramente quello che da anni riscuote maggiore successo, un percorso pedagogico che inizia già il lunedì con la scelta della ricetta e prosegue il giorno dopo con un passaggio fondamentale, l’uscita per la spesa.

Nel frattempo ci ha raggiunto anche Giulia, la referente del laboratorio, che mi conferma come la spesa sia un momento di grande coinvolgimento. Ad ognuno viene assegnato un ingrediente, che va cercato tra gli scaffali del supermercato, scelto e pagato alla cassa. Uscire significa incontrare gente diversa, talvolta qualche conoscente, fermarsi a dire qualcosa, farsi capire e interagire.

Giulia mi spiega come la gestione del laboratorio richieda una grande energia. Per molti non è semplice ricordarsi cosa si deve fare, che ingredienti usare, quindi piano piano si prende la ricetta in mano e si comincia. Qualcuno va cercato nel corridoio e qualcun altro spronato ad alzarsi, ma una volta che tutti sono al proprio posto con grembiule e guanti si può cominciare: oggi si preparano i biscotti!

Maria Pia si fa subito portavoce degli altri e con curiosità mi chiede come mi chiamo e da dove vengo e poi mi racconta che lei è nata nel giorno di San Valentino mentre sceglie la formina a forma di cuore per i suoi biscotti.

img_1050

Giulia è attenta a coinvolgere anche Maria Grazia che è più silenziosa e concentrata nel decorare le stelle che ha appena preparato.

img_1051

E poi c’è Luciano che con grande attenzione e delicatezza stende la pasta frolla e con cura confeziona i suoi dolcetti. Non parla molto, ma il suo sorriso vale più di mille parole.

img_1053img_1052

 

Rimango sempre sorpresa da come la cucina riesca ad avvicinare subito le persone e a creare un clima disteso e familiare. In questo caso poi si cerca di fare anche molto di più: portare le persone ad avere maggiore autonomia, a rimanere concentrati su un’attività e ad interagire in gruppo.

Ognuno porta avanti il suo percorso con fatica, ma anche con la grande soddisfazione di vedere un qualcosa che prende forma dal proprio lavoro e che può essere condiviso con tutti gli altri, proprio come i biscotti di oggi.

 

 

E proprio per condividere anche con chi è esterno a Casa Spigariol Minatel, sono stati realizzati degli splendidi vasetti con tisane, preparati per torte e biscotti e ancora con le erbe aromatiche dell’orto (assolutamente Km 0!!!) che vengono donati a fronte di un’offerta a chiunque voglia portarsi a casa un pezzetto di questo lavoro fatto con impegno, passione e coraggio. Sono perfetti per delle bomboniere originali o come pensierini di Natale.

img_1047 img_1048

Per conoscere meglio questa realtà e per tutti i contatti di Casa Spigariol Minatel, visitate il sito www.ilnostrodomani.org o la pagina Facebook Fondazione Il nostro domani.

 

 

 

 

 

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *